Torna alla HOME PAGE

Nazareth, la Basilica dell'Annunciazione di Maria

Maria Santissima delleGrazie

La Bianca Signora di Fatima
Agenda
Un Fiore per Maria
Hanno detto
Link
Gruppi
News
Fatima
Santuario

UNA WEBCAM   SU  LOURDES


Sito a cura di  Donato Calabrese


Altri Siti di Donato Calabrese

Cenacolo Eucaristico Mariano

Padre Pio da Pietrelcina

Pietrelcina la città di Padre Pio

TELEBENE

Benevento

La pagina Personale di Donato Calabrese 


FORUM

su

MARIA

SANTISSIMA

Maria Tenerezza di Dio

Agenda Mariana

15 agosto 2017

Santa Maria Assunta

   Il 15 agosto si celebra la solennità di MARIA  ASSUNTA

   Quello dell'Assunzione di Maria è   il più recente dogma Mariano definito dalla Chiesa. Fu, infatti, Papa Pio XII, al secolo Eugenio Pacelli, a definire nel 1950, con la Costituzione apostolica Munificentissimus Deus, il dogma di Maria Assunta in cielo.

  

FONDAMENTI BIBLICI

   È la stessa costituzione apostolica Munificentissimus Deus a fare riferimento ai fondamenti biblici del dogma. Essi sono:

   Genesi 3,15: "Porrò inimicizia tra te e la donna...". Queste parole proclamate da Dio al "serpente antico" indicano chiaramente il ruolo di una Donna misteriosa nella lotta vittoriosa contro il male. E "come la gloriosa resurrezione di Cristo - afferma il Documento - fu parte essenziale e segno finale di questa vittoria, così anche per Maria la lotta che ha in comune col Figlio suo si doveva concludere con la glorificazione del suo corpo verginale"(Riportato nella voce "Assunta", del  Nuovo Dizionario di Mariologia, ed. Paoline, p. 163).

   Esodo 20,12: "Onora tuo padre e tua madre" (cf Lv 19,3). "Dal momento che il nostro Redentore è figlio di Maria, non poteva, come osservante perfettissimo della divina legge, non onorare, oltre l'eterno Padre, anche la madre. Potendo quindi dare alla madre tanto onore, preservandola immune dalla corruzione del sepolcro, si deve credere che lo abbia realmente fatto" (Ibid)

   Isaia 6,3 (versione Volgata): "Glorificherò il luogo ove poggiarono i miei piedi". E qui si comprende facilmente come l'Immacolato corpo di Maria sia stato il degno luogo dove il Signore pose piede.

   Salmo 45,10.14-16:  "Alla tua destra la regina in ori di Ofir... la figlia del re è tutta splendore... è presentata al re in preziosi ricami...entrano insieme nel palazzo del re".  Il testo è chiaramente applicato a Maria Regina.

   Salmo 132,8 (versione Volgata): Alzati Signore, verso il luogo del tuo riposo, tu e l'arca della tua santificazione".  L'Arca dell'Alleanza è stata sempre un immagine biblica della Vergine Maria. E come l'arca ha conservato dentro di sé le tavole della Legge, così Maria santissima ha custodito nel suo cuore e nel suo seno verginale l'autore stesso della Legge: Dio.

   Cantico dei Cantici 3,6 (cf 4,8 e 6,9): La sposa dei Cantici  "che sale dal deserto, come una colonna di fumo dagli aromi di mirra e di incenso" per essere incoronata", è figura di "quella ...Sposa celeste che, insieme col divino Sposo, è innalzata alla reggia dei cieli"(Riportato nella voce "Assunta", del  Nuovo Dizionario di Mariologia, ed. Paoline, p. 163).

   Luca 1,28 (Volgata): "Ave   o piena di grazia, il Signore è teco, benedetta tu fra le donne".  Il mistero dell'Assunzione di Maria viene visto, dai teologi, come "un complemento alla pienezza di grazia elargita alla beatissima Vergine, ed una benedizione singolare in opposizione alla maledizione di Eva"(Ibid).

   Apocalisse 12: "Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle".  In questa visione solenne, intravista dall'evangelista Giovanni nell'isola di Patmos, è adombrato lo straordinario privilegio dell'Assunzione di Maria.

FIN DALLE ORIGINI...

   È Sant'Efrem Siro che, tra i Padri della Chiesa, afferma con convinzione che il corpo verginale di Maria non ha subito la corruzione dopo la morte. Lo stesso concetto confermato da Sant'Epifanio.

   Ma è nel VI secolo che si sviluppa   maggiormente la credenza dell'Assunzione. Dall'oriente comincia a diffondersi "la celebrazione liturgica del Transito o Dormizione di Maria, fissata con decreto particolare dall'imperatore Maurizio il 15 agosto" ("Assunta",  Nuovo Dizionario di Mariologia, ed. Paoline, p. 169).

    Dal VII al X secolo sono numerose, nelle Chiese orientali, le testimonianze di Padri, dottori e teologi che asseriscono l'assunzione corporea di Maria dopo la sua morte. Si ricordano qui, tra gli altri: Sant'Andrea di Creta e San Giovanni Damasceno. Nella chiesa latina, d'altra parte, già nel VII secolo, con Papa Sergio I, si celebrava la Festa della Dormizione di Maria. Irradiandosi in Francia ed in Inghilterra la festa assunse un titolo ancora più significativo: Assumptio S. Mariae, provocando quindi un dibattito teologico che riveste ancora un forte carattere di attualità.

   Dal X secolo in poi ci sono state, in occidente, le testimonianze favorevoli di S. Alberto Magno, San Tommaso d'Aquino, San Bonaventura.

   L'Assunzione di Maria era stata accettata da tutto il popolo cristiano. Moltissime le chiese che sono state dedicate a Maria Assunta.

SI ARRIVA AL DOGMA

   Il pontefice Pio Xii, rispondendo alle tantissime petizioni che sollecitavano la definizione dogmatica di Maria Assunta, il 1 maggio 1946 inviò a tutti vescovi del mondo l'enciclica Deiparae Virginis con la quale aveva chiesto se l'Assunzione di Maria poteva essere definita e se desideravano insieme ai loro fedeli tale definizione. La stragrande maggioranza dei vescovi rispose di sì e Papa Pacelli, il 1° novembre 1950, proclamò solennemente MARIA SANTISSIMA ASSUNTA IN CIELO IN ANIMA E CORPO.

SANTUARI

   La Cattedrale di Benevento è dedicata a Maria SS. Assunta, come appare dal  solenne mosaico di Elena Schiavo che  riprende, attorno all'imagine trionfante di Maria Santissima Assunta in cielo, alcuni  temi Mariologici. 

   Alla base dell'Arco  trionfale, le immagini di Pio IX e di Pio XII, i Papi  dei due ultimi dogmi Mariani: L'"Ineffabilis  Deus" (Immacolata Concezione) e il  "Munificentissimus Deus", il dogma riguardante L'Assunzione di  Maria. 

   Ma il tempio rivendica la sua antica  origine Mariana con la cripta che risale  all'ottavo-nono secolo. 

   Ed è di questo periodo un famoso  Sermone Mariano, pronunciato dal vescovo  Davide di Benevento, in occasione della  ricorrenza anniversaria della Dedicazione  della Cattedrale

   La facciata del Duomo è dell'inizio del  XII secolo e si riallaccia all'architettura tipica  della Capitanata, di chiara derivazione  pisana. 

   Il portale centrale, della prima metà del  secolo XIII è opera del maestro Rogerio.  Una volta entrati si rimane ammirati da quello che è l'elemento di maggior valore artistico  religioso: la  JANUA MAJOR, la Solenne Porta,  tutta in bronzo,  raffigurante alcuni momenti importanti  della Vita di Gesù, oltre alle immagini dell'Arcivescovo Metropolita di Benevento e dei  vescovi suffraganei dell'Arcidiocesi. 

   La Porta di bronzo è considerata dal  Venturi il "maggior poema sacro dell'età  romanica nel mezzogiorno d'Italia"(Mario  Rotili, Benevento e la sua provincia, Ed.  Moneta). 

   Ma la Cattedrale di Benevento è stata anche segnata dal passaggio di tantissime "Anime" innamorate di Dio.

   Tra le ultime, in ordine di tempo, ricordiamo S.Giuseppe Moscati, il medico santo, e Padre Pio da Pietrelcina.

   Proprio il frate stigmatizzato di Pietrelcina, il 21 dicembre 1908,  ricevette   il Suddiaconato, nel Duomo di Benevento, mentre il 10 agosto 1010, nel sacello dei canonici dello stesso, fu ordinato sacerdote da mons. Paolo Schinosi, arcivescovo titolare di Marcianopoli.. 

  

Visita il Sito di

VAI ALLA SCOPERTA DI GESU' CRISTO, FIGLIO DI DIO

Gesù di Nazareth

 

Telebene, la Teòevosopme spirituale

Torna

 alla

HOME PAGE

VISITATE IL SITO DEL SANTUARIO DI LOURDES

"IO SONO L'IMMACOLATA CONCEZIONE"

  IL SANTUARIO DELLA MADONNA  A LOURDES

La Storia di Bernadette Soubirous e la sua straordinaria testimonianza sulla Madonna

Prima Parte

Seconda Parte

Terza Parte

Quarta Parte

"Donna sei tanto grande e tanto vali. che qual vuol grazia ed a te non ricorre, sua disianza vuol volar senz'ali

...In te misericordia, in te pietate, in te magnificenza, in te s'aduna quantunque in creatura è di bontade"

(Dante Alighieri)

Per Te

Giovane

vieni

con noi!

 

Telebene