A cura di 

Donato

Calabrese


LA JANUA MAJOR della Cattedrale di Benevento
I  PANNELLI DELLA JANUA MAJOR

L'Annunciazione

La visita di Maria ad Elisabetta

La nascita di Gesù 

L'annunzio ai pastori                        

I re Magi

I Magi ed Erode

L'adorazione dei      Magi                      

Un angelo avverte i Magi                   

Sogno di Giuseppe (pannello perduto)

La fuga in Egitto (molto danneggiato) 

La strage degli innocenti

La presentazione al tempio

Gesù coi dottori del Tempio                

Il Battesimo di Gesù

Le nozze di Cana

Gesù chiama Pietro e Andrea             

Gesù chiama Giacomo e Giovanni di Zebedeo              

La moltiplicazione dei pani              

Gesù e la Samaritana         

L'ingresso trionfale di Gesù in Gerusalemme

La risurrezione di Lazzaro     

Gesù guarisce il cieco nato

L'ultima cena        

Gesù lava i piedi a Pietro

Gesù nel Getsemani

I discepoli addormentati nel Getsemani 

L'incontro di Gesù coi soldati: "Sono io" dice Gesù. 

Il bacio di Giuda

Gesù e Caifa      

Giuda rifiuta i soldi del tradimento

la morte di Giuda

Il canto del gallo provoca in Pietro il rimorso ed il pianto

Pilato si lava le mani

Gesù affronta la flagellazione

Ecce Homo

Il Cireneo porta la croce di Gesù

Gesù in croce

Gesù nella tomba

Gesù discende negli inferi

L'Angelo annuncia alle pie donne che Gesù è risorto

Gesù verso  Emmaus

Gesù Risorto e Tommaso

Gesù tra gli angeli nella gloria (mentre la Madonna appare come apostola tra gli apostoli e Pietro ha in mano le chiavi del Regno dei cieli

Arcivescovo metropolita di Benevento

Per comodità non ho citato i pannelli che raffigurano  i vescovi suffraganei


TELEBENE

la televisione web di ispirazione cristiana

TELEBENE


TORNA ALLA 

HOME PAGE

BENEVENTO

GO TO HOME PAGE BENEVENTO


 


CLICCA SOPRA IL PANNELLO CHE VUOI VISITARE

OPPURE SU UNO DI QUELLI INDICATI A LATO


   La Janua Maior, la porta di bronzo della Cattedrale di Benevento, è stata definita, da Adolfo Venturi, come "il maggior poema sacro dell'età romanica nel Mezzogiorno d'Italia".

   Creata da due artisti successivi,  la porta è composta di due battenti e complessivamente divisa in 72 pannelli delimitati da una doppia cornice di ovuli fissati, ai punti di intersezione, da rose in rilievo.

   Quarantatre di questi pannelli narrano la storia di Cristo, a partire dall'annunciazione a Maria (primo pannello in alto a sinistra) fino all'ascensione di Gesù.

   Venticinque pannelli raffigurano l'arcivescovo metropolita di Benevento ed i ventiquattro Vescovi suffraganei, quelli che facevano parte, tra il XII ed il XIII secolo, della Chiesa metropolitana Beneventana.

   Infine, in quattro pannelli sono rappresente teste di  leoni con anelli.

   Di tutti questi pannelli sono arrivati fino a noi quasi tutti, tranne qualcuno danneggiato o distrutto dagli eventi bellici.


IL GIUDIZIO DEGLI STUDIOSI

   Moltissimi studiosi, appassionati ed amanti dell'arte si sono fermati a contemplare la JANUA MAJOR della cattedrale di Benevento. Tra essi voglio ricordarne qualcuno come Ciampini, Sarnelli, Borgia, De Vita, Lenormant, Meomartini, Bertaux, Venturi al quale dobbiamo la splendida definizione riportata sopra, Leisinger ed infine i nostri Zazo e Rotili.

   Mi piace riportare, tra i tanti, il giudizio del prof. Mario Margotti, ripreso dal libro di mons. Ferdinando Grassi: "I frammenti dela porta di bronzo Beneventana":

   "Nel secolo XI si rivelò in queste opere di metallo un potere plastico, con una manifestazione nuova, di vita interiore. Così l'inerte materia, con la <<potenza rude>> del bronzo, si colloca tra le alte creazioni dell'arte.

   Sin dal secolo XI - continua Margotti - si notano nella scultura romanica propositi comuni e scambi di opere, di artefici e di influenze.

   Dovuta ad un artefice meridionale, - un artefice non insensibile agli insegnamenti che poté trarre dall'opera di Bonanno Pisano-, è la porta, a forte rilievo della  CATTEDRALE DI BENEVENTO. 

   Divisa in trentasei compartimenti per ogni battente, separati da cornici ad ovuli, al cui incrocio s'appunta un rosoncino, questa porta della fine del secolo XII, è il capolavoro dell'arte Beneventana (Mario Margotti, rivista L'ILLUSTRAZIONE VATICANA, anno 1937, n. 22).    

   G. Edoardo Mottini conferma: "La sicurezza della composizione e la vivacità plastica sono singolari in quest'opera imponente. La porta del Duomo di Benevento annunzia e promette i miracoli fiorentini dei secoli successivi" (G. Edoardo Mottini, Storia dell'Arte italiana, Ed. scolastiche Mondadori, p. 311).

   A questi entusiastici giudizi, voglio aggiungerne altri due ripresi dall'Enciclopedia Universale dell'Arte:

   "La porta di bronzo di Benevento accoglie esperienze di tipo romanico occidentale" (Enciclopedia Universale dell'Arte, vol. VIII, Ed. G. C. Sansoni- Firenze, pag. 289).

   "Nel XII secolo i fonditori italiani produssero una serie di splendide porte per lo più sotto l'influsso bizantino: se ne trovano esempi a Benevento, Monreale, Pisa e altrove (Enciclopedia Universale dell'Arte, vol. IX, Ed. G. C. Sansoni-Firenze, pag. 232).   


L'ARTISTA, ED EPOCA DI FUSIONE DELLE PORTE

   Benché da più si riconosca in Oderisio da Benevento l'autore di una delle porte, a parere di mons. Grassi,  gli autori sono circondati dall'anonimato "cfr. Ferdinando Grassi, Ed. Tipografica Pompei Napoli, p. 70).

   Secondo Grassi l'artista anonimo che ha fuso la Porta di bronzo è uscito dal cenacolo culturale di Montecassino.

   Anche l'epoca della fusione della Janua Major non è attestata concordemente dagli studiosi. Tuttavia la più credibile delle tesi risulta, a mio parere, quella di mons. Grassi, il quale, nell'escludere la partecipazione all'opera dell'artista Beneventano Oderisio, fa risalire la fusione alla prima metà del XIII secolo "cfr. I frammenti dela porta di bronzo Beneventana, Ed. Tipografica Pompei, Napoli, pag. 73).   


PER LA CONSULTAZIONE

Per visitare i pannelli ripresi in queste pagine, basta cliccare col mouse sul pannello della mappa immagine che si vuole vedere. Così si inquadra meglio la posizione della formella nel contesto di tutta l'opera.

Oppure, più semplicemente, scegliere tra i pannelli indicati a lato e cliccare su uno di essi.


 


 

Visita il Sito GESU' DI NAZARETH

 

Visita il Sito

GESU' DI NAZARETH:

La Vita e la Parola


Telebene, la Tua Televisione cristiana su Internet

La Televisione cristiana sul web

trasmette da Benevento



TORNA ALLA

HOME PAGE

Tutti i testi di questo sito (comprese le pagine collegate) sono copyright. Pertanto il loro l'utilizzo, senza l'autorizzazione da parte dell'autore, Donato Calabrese, è assolutamente vietato, ai sensi delle leggi vigenti.


copyright © 1998 by Donato Calabrese

All rights reserved